0546 620109Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
iperammortamento250-superammortamento140

INDUSTRY 4.0, IPERAMMORTAMENTO 250 e NUOVA SABATINI sono un po’ sulla bocca di tutti e, proprio in questi giorni, sono uscite le NUOVE LINEE GUIDA del Ministero che fanno chiarezza su BENI INCLUSI ed ESCLUSI.

 

L'IPERAMMORTAMENTO 250 e la NUOVA SABATINI sono sicuramente le agevolazioni più interessanti contenute fra le altre all’interno della LEGGE DI STABILITA’ 2017, insieme alla conferma del SUPERAMMORTAMENTO 140, già in corso dal 2016, che ha ottenuto un buon successo contribuendo al rilancio dell’economia, soprattutto per quanto riguarda i mezzi di trasporto.

La novità più importante è che è stata fatta maggiore chiarezza in merito ai BENI IMMATERIALI come gli investimenti SOFTWARE per i quali è stato definita l'eleggibilità a bene inseribile nel SUPERAMMORTAMENTO al 140% e nell'IPERAMMORTAMENTO al 250% se risponde ai requisiti INDUSTRY 4.0.


Introdotte anche ALTRE forme di INCENTIVAZIONE come il FONDO di GARANZIA, il Credito d'Imposta R&S,la Patent Box e ulteriori incentivi per le START-UP. 

A fine Marzo sono state pubblicate le NUOVE LINEE GUIDA per l'INDUSTRY 4.0 che definiscono le soluzioni Hardware e Software che possono rientrare nei piani di IPER e SUPERAMMORTAMENTO:  

 

SCARICA le NUOVE LINEE GUIDA INDUSTRY 4.0

 

Il pacchetto di agevolazioni è inserito nel piano del GOVERNO INDUSTRIA 4.0.

  

In questo articolo spiegheremo quindi COSA PREVEDE, COME FUNZIONA, CHI NE PUÒ usufruire e QUALI SONO i BENI STRUMENTALI e IMMATERIALI che possono essere inclusi.

 

DIFFERENZE fra SUPERAMMORTAMENTO 140 e IPERAMMORTAMENTO 250

SUPER-ammortamento 140: già in vigore dal 2016 viene PROROGATO anche per tutto il 2017

Consiste nella maggiorazione del 40% quindi 140% delle quote di ammortamento (o canoni di leasing) deducibili ai fini IRES e IRAP, di BENI STRUMENTALI NUOVI acquistati ENTRO il 31 Dicembre 2017.

L’unica variazione potrebbe riguardare il superammortamento per i veicoli ad uso aziendale per cui la maggiorazione potrebbe diminuire dal 40% al 20%.

Il BENE STRUMENTALE così acquistato può essere inserito in detrazione  fino al 30.06.2018 a patto che l’ordine sia completato entro il 31.12.2017 insieme al pagamento in acconto di almeno il 20% del costo complessivo.

Per chi beneficia dell’iperammortamento possibilità di fruire dell’agevolazione anche per gli investimenti in beni strumentali immateriali SOFTWARE e SISTEMI IT.

 

IPER-AMMORTAMENTO250: la novità più interessante introdotta per agevolare l’INDUSTRY 4.0 

IN COSA CONSISTE il PIANO INDUSTRY 4.0?

L'obiettivo principale che si prefigge il Piano INDUSTRY 4.0 è quello di supportare e incentivare le imprese che investono in BENI STRUMENTALI NUOVI, in BENI MATERIALI e IMMATERIALI (Software e ICT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi.

Con il nuovo iper-ammortamento 250, gli imprenditori avranno la possibilità di beneficiare di un bonus ammortamento al 250% della spesa effettuata.

Ciò significa che le spese inerenti il settore INDUSTRY 4.0, ovvero, i settori altamente innovativi, saranno ammortizzabili negli anni per un importo pari al 250% del loro valore.

Esempio pratico:

1.000 €uro=Costo reale del bene

2.500 €uro=Importo da considerare in ammortamento

 

IPERAMMORTAMENTO 250: a chi è rivolto?

Le NUOVE LINEE GUIDA di fatto estendono le AGEVOLAZIONI inserite nella Legge di Stabilità 2017 a TUTTI I SOGGETTI TITOLARI di REDDITO D'IMPRESA, comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI, con sede fiscale in Italia, incluse le stabili organizzazioni di imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.
Si tratta di interventi volti nello specifico all'innovazione tecnologica in aree specifiche  quali ad esempio:

  • Meccatronica,
  • Robotica;
  • Big data;
  • Sicurezza informatica;
  • Nanotecnologie;
  • Sviluppo di materiali intelligenti;
  • Stampa 3D;
  • Internet

 

IPERAMMORTAMENTO 250: come funziona e quanto risparmi?

In base a quanto previsto dal pacchetto di agevolazioni Industria 4.0, inserito nella nuova Legge di Bilancio 2017, le aziende possono acquistare il nuovo bene strumentale fino al 30 giugno del 2018, a patto che l’ordine (e non la fattura per intero) con il relativo acconto sia superiore al 20% e venga registrato e versato entro il 31 Dicembre 2017.

L’azienda ha così modo di diluire meglio l’investimento e usufruire subito del prodotto.

 

 

ESEMPIO GRAFICO di CALCOLO del RISPARMIO FISCALE con l’IPERAMMORTAMENTO 250 

 iperammortamento250 calcolo risparmio infografica hermes faenza.png

COSA SERVE per USUFRUIRE dell'IPERAMMORTAMENTO 250?

Per sfruttare i grossi vantaggi dell'IPERAMMORTAMENTO 250 NON è necessario compilare decine di moduli o richiedere il supporto di costose agenzie di consulenza, almeno per investimenti fino a 500.000 €uro.

I casi, infatti, sono solo due:

  1. INVESTIMENTI fino a 500.000 €uro: basta una DICHIARAZIONE scritta e firmata dal LEGALE RAPPRESENTANTE
  2. INVESTIMENTI oltre i 500.000 €uro: in questo caso è necessaria una PERIZIA TECNICA GIURATA da parte di un Ingegnere o Perito Tecnico Industriale iscritto all'ALBO.

 

I BENI AMMISSIBILI per l’IPERAMMORTAMENTO 250

L'iperammortamento 2017, che consente, ai fini delle imposte sui redditi, l'ammortamento del 250% sull'acquisto di beni strumentali altamente digitalizzati è rivolto alle seguenti CATEGORIE di investimenti:

  • Investimenti in tecnologie;
  • Agrifood;
  • Impianti per migliorare i consumi energetici

 

Acquisto di soluzioni HARDWARE e SOFTWARE per INDUSTRY 4.0

Allegato A - BENI MATERIALI funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0 tra cui ne riportiamo alcuni:

  • Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti: 
  • Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità: 
  • Dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0:
  • sistemi intelligenti e connessi di marcatura e tracciabilità dei lotti produttivi e/o dei singoli prodotti (ad esempio RFID – Radio Frequency Identification)
  • strumenti e dispositivi per l’etichettatura, l’identificazione o la marcatura automatica dei prodotti, con collegamento con il codice e la matricola del prodotto stesso.
  • componenti, sistemi e soluzioni intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio dei consumi energetici
  • dispositivi wearable, apparecchiature di comunicazione tra operatore/operatori e sistema produttivo, dispositivi di realtà aumentata e virtual reality
  • altri sistemi di monitoraggio in-process per assicurare e tracciare la qualità del prodotto e/o del processo produttivo e che consentono di qualificare i processi di produzione in maniera documentabile e connessa al sistema informativo di fabbrica,
  • sistemi di tele manutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto

 

Allegato B – BENI IMMATERIALI (software, sistemi e /system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0 tra i quali:

  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la progettazione e la ri-progettazione dei sistemi produttivi che tengano conto dei flussi dei materiali e delle informazioni.
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di supporto alle decisioni in grado di interpretare dati analizzati dal campo e visualizzare agli operatori in linea specifiche azioni per migliorare la qualità del prodotto e l’efficienza del sistema di produzione,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della produzione con elevate caratteristiche di integrazione, delle attività di servizio, come la logistica di fabbrica e la manutenzione (quali ad esempio sistemi di comunicazione intra-fabbrica, bus di campo/fieldbus, sistemi SCADA, sistemi MES, sistemi CMMS, soluzioni innovative con caratteristiche riconducibili ai paradigmi dell’IoT e/o del cloud computing).
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di realtà virtuale per lo studio realistico di componenti e operazioni (ad esempio di assemblaggio), sia in contesti immersivi o solo visuali.
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di reverse modeling and engineering per la ricostruzione virtuale di contesti reali,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni in grado di comunicare e condividere dati e informazioni sia tra loro che con l’ambientee gli attori circostanti (Industrial Internet of Things) grazie ad una rete di sensori intelligenti interconnessi,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per il dispatching delle attività e l’instradamento dei prodotti nei sistemi produttivi
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la gestione della qualità a livello di sistema produttivo e dei relativi processi,
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni per l’accesso a un insieme virtualizzato, condiviso e configurabile di risorse a supporto di processi produttivi e di gestione della produzione e/o della supply chain (cloud computing),
  • software, sistemi, piattaforme e applicazioni di artificial intelligence & machine learning che consentono alle macchine di mostrare un’abilità e/o attività intelligente in campi specifici a garanzia della qualità del processo produttivo e del funzionamento affidabile del macchinario e/o dell’impianto.

 

La Nuova SABATINI

Il Piano Industria 4.0 comprende anche altre significative misure, tra cui ricordiamo la Nuova Sabatini, che mira a sostenere – attraverso un contributo in conto interessi dal 2,75% al 3,57% (in caso di investimenti in tecnologie industria 4.0) - micro, piccole e medie imprese di qualsiasi settore merceologico che richiedono finanziamenti bancari per investimenti in nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali (sia hardware che software). 

Tale beneficio è CUMULABILE, tra l’altro, con Iperammortamento e Superammortamento.

 

ESEMPIO GRAFICO di CALCOLO IPERAMMORTAMENTO 250+Nuova SABATINI

 

 

iperammortamento250nuova sabatini infografica hermes

 

Riportiamo il link alla bozza integrale del testo "Legge di Bilancio 2017", all'articolo 3 "Proroga e rafforzamento della disciplina di maggiorazione della deduzione di ammortamenti", che è la parte dedicata al tipo di beni strumentali ammessi all'IPERAMMORTAMENTO250 2017

 


HERMES ha predisposto un piano di INCENTIVAZIONE che ti permetterà di ottenere ulteriori RISPARMI e SCONTISTICHE particolari (oltre ai risparmi fiscali già previsti dal piano), sui prodotti che rientrano nelle CATEGORIE ELENCATE sia per quanto riguarda SUPER che IPERAMMORTAMENTO quali ad esempio:

- CENTRALINI TELEFONICI e SISTEMI Voip

- INFRASTRUTTURE ed IMPIANTI NETWORKING e WI-FI

- INFRASTUTTURA ICT, server pc e periferiche

- APPARATI di INTERCONNESSIONE ai SISTEMI PRODUTTIVI

- SOLUZIONI SOFTWARE specifiche quali ERP, MRP, MES e QUALITA'

- APPARATI e soluzioni di CYBERSECURITY e SICUREZZA INFORMATICA

Guarda la NOSTRA SUPEROFFERTA per SUPERAMMORTAMENTO

  

SE TI È PIACIUTO L'ARTICOLO CONDIVIDILO CON COLLEGHI E AMICI

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Newsletter

Please wait

Hermesit

Contattaci

Via Volta, 5/6 - 48018 Faenza (RA)

Tel. 0546.620109

Fax 0546 625350

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza quando lo si utilizza. Per maggiori informazioni a riguardo consultare la Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito